Ospizio Santuario San Giovanni d'Andorno

Opera Pia Laicale di San Giovanni

Il Santuario di San Giovanni Battista, simobolo religioso della Valle Cervo, rappresenta da secoli il centro spirituale di una parte del Biellese. Il più antico documento risale al 1512 e si riferisce a San Giovani Battista della balma dove tuttora è conservata la statua lignea del santo. E’ uno dei pochissimi Santuari dedicati a San Giovanni Battista in Italia (e forse in Europa).
Il più antico documento risale al 1512 e si riferisce a San Giovani Battista della balma (grotta) dove tuttora è conservata la statua lignea del santo, ma il culto di San Giovanni ha origini più remote; si tramanda che la statua del precursore fosse stata più volte dai pastori spostata agli alti pascoli e che ritornasse sempre nella grotta.

I locali mostre sono accessibili a tutti avendo la Fondazione O.P.L. sottoscritto il CODICE ETICO DEL TURISMO ACCESSIBILE”
L’accesso è assicurato attraverso l’ascensore della struttura alberghiera senza barriere architettoniche.

spettacolo itinerante a cura di TEATRANDO “Bürsch – LE ANIME DELLA VALLATA”

Lo spettacolo sarà in scena Sabato 21, Domenica 22 e Sabato 28 Settembre (possibile replica anche Domenica 29)

Ingresso a gruppi ogni 20 minuti; al sabato dalle 20.30 alle 22.30, alla domenica dalle 19.30 alle 21.30

Biglietto: 15 euro (intero) e 12,50 (ridotto), gratis per i minori di 10 anni

Si consiglia la prenotazione, per scegliere l’orario della partenza: 333.5283350. Consigliate anche scarpe da camminata e torcia elettrica.

STAGIONE 2019

Dal 2 giugno al 20 ottobre saranno presenti durante i giorni festivi dalle 14,30 alle 18,30 le guide della Rete Museale che accompagneranno i visitatori alla biblioteca, alla sacrestia, al cimitero monumentale, al campanone.

CONCORSO “Sguardi sulla GTA Piemonte”:

La Fondazione OPL, in partenariato con il CAI Sezione di Biella, il Comune di Biella Assessorato alla montagna e l’Unione Montana Valle Cervo si candida presso la Regione Piemonte, IPLA e Associazione GTA per organizzare una mostra dei documenti fotografici, video e disegni pervenuti in Regione Assessorato alla Montagna che rappresenteranno tutto il percorso della GTA Piemonte che si sviluppa in 71 tappe da Cannobio sul Lago Maggiore a Ormea (CN) con videoproiezioni e un convegno internazionale sulla GTA a San Giovanni nell’estate 2020.

Pertanto invitiamo alpinisti, fotoamatori e appassionati a partecipare al concorso al fine di dare evidenza al nostro territorio, le tappe che interessano il Biellese sono:

  • tappa 26 Sant’Antonio di Val Vogna – Passo del Maccagno m 2495 – Colle Lazoney m 2390 – Colle Mologna Grande m 2364 – Rifugio Alfredo Rivetti m 2201
  • tappa 27 Dal Rifugio Rivetti a San Giovanni d’Andorno passando per Piedicavallo, Rifugio Madonna della Neve m 1480 e Rosazza
  • tappa 28 Da San Giovanni m 1020 a Oropa passando per la Galleria Rosazza m 1485 e Colle della Colma m 1730
  • tappa 29 Da Oropa m 1180 al Rifugio Delfo e Agostino Coda m 2189 passando per il Rifugio Rosazza e il lago del Mucrone
  • tappa 30 Dal Rifugio Coda alla frazione Maletto m 1336 in comune di Quincinetto passando per il colle della Lace m 2121

comunicato della Regione Assessorato alla Montagna:

Torino, 23 luglio 2019

E’ disponibile nella sezione amministrazione trasparente del sito l’AVVISO DEL CONCORSO “SGUARDI SULLA GTA PIEMONTE” – Grande Traversata delle Alpi.
Questo Concorso, promosso dalla Regione Piemonte con la collaborazione di IPLA S.p.A. e la partecipazione del CAI e di Enti Parco regionali e nazionali, ha come filo conduttore la Grande Traversata delle Alpi (GTA), uno straordinario itinerario escursionistico che percorre l’intero arco alpino piemontese, dal Lago Maggiore alla Valle Tanaro, coincidente con il tratto piemontese del Sentiero Italia CAI 2019. Lungo questo cammino (più di 1.000 km, suddivisi in 71 tappe) si incontrano splendidi paesaggi naturali, ma anche le tracce della presenza millenaria dell’uomo e della cultura alpina.
Si chiede ai partecipanti di fornire una testimonianza artistica in forma di fotografia, video o storia grafica di questa varietà di scenari naturali e antropici.
Saranno premiati i migliori sguardi emozionanti, intelligenti ed originali su questo incredibile patrimonio da vivere e da tutelare.
Il concorso è aperto a tutti, appassionati e professionisti e le migliori opere verranno esposte in una mostra.
I contributi devono pervenire entro il 31 ottobre 2019.

Per consultare e/o scaricare il REGOLAMENTO DEL CONCORSO, in formato PDF, fare click QUI
Per consultare e/o scaricare il FAC SIMILE della scheda di partecipazione, in formato PDF, fare click QUI
Per consultare e/o scaricare l’Elenco delle Tappe della GTA, in formato PDF, fare click QUI

PROGRAMMA MOSTRE STAGIONE 2019

dal 21 settembre al 6 ottobre – Mostra di pittura dell’artista Livio Reis, allievo di Luigi Boffa Tarlatta pittore valligiano del ‘900

Inaugurazione sabato 21 settembre alle ore 16 presso il locale mostre accedendo dal sagrato della chiesa.
Aperta fino al 6 ottobre, visitabile tutti i giorni escluso il lunedì il mattino dalle ore 10 alle 12 ed il pomeriggio dalle 14,30 alle 19, ingresso libero.

Mostra personale del pittore figurativo andornese Livio Reis classe 1931 formatosi alla scuola del sommo pittore Rialmossese Luigi Boffa Tarlatta nella prima metà del secolo scorso, quindi si potranno ammirare scorci della Valle Cervo la Bursh e numerosi ritratti di notevole pregio artistico.
Vanta numerosi premi e riconoscimenti attribuitigli in numerose mostre curate dall’autore durante la sua lunga carriera artistica tra cui un 1° premio attribuitogli
dall’Ente Europeo Manifestazioni d’Arte per una rassegna – concorso svoltasi a Salsomaggiore nel 1991 dal titolo “Gli eredi della cultura artistica europea – i geni dell’arte”.
La mostra consta di più di 100 quadri intermezzati da poesie dello stesso autore che ne risaltano l’ecletticità artistica di notevole valore e rara bellezza.

Mostra fotografica sulla transumanza in Valle Cervo a cura di Stefano Ceretti

In data da stabilire (mese di ottobre) verrà organizzata una Mostra evento sullo sviluppo turistico con proposte sul recupero edilizio del nostro territorio e possibili attività silvo pastorali in collaborazione con GAL Montagne Biellesi, Regione Piemonte Assessorato alla Montagna, I.A.M. Centro di Ricerca di Ricerca Istituto di Architettura Montana presso il Dipartimento di Architettura e Disegno del Politecnico di Torino, Unione Montana Valle Cervo e Comune di Campiglia.
Sarà sempre presente nei 2 locali al piano piazzale la mostra dello sci aperta durante i week end che viene rinnovata a cura del sign. Alberto Vineis vero esperto ed appassionato.

Con la disponibilità di 10 nuove camere dell’ala pellegrini la struttura ricettiva può contare su 55 posti letto nelle camere e 36 nell’ostello, in collaborazione con il Consorzio Prealpi Biellesi (ex Oasi Zegna), restano confermati i posti tappa della GTA Grande Traversata delle Alpi e del Cammino di San Carlo. La struttura comprende due ristoranti con piatti tipici piemontesi.
A Pasqua è stato inaugurato un negozio per la vendita di prodotti tipici alimentari, dell’artigianato locale e souvenirs del Santuario con funzione anche di ufficio turistico.
Noleggio bici a pedalata assistita con possibilità di ricarica elettrica, proponendo i percorsi verso Oropa, Bielmonte, Piedicavallo.